Archivio notizie

 13-ago-21
Ferragosto di lavoro per il porto di Civitavecchia: primo attracco per la “Eco Valencia”
Ferragosto di lavoro per il porto di Civitavecchia: primo attracco per la “Eco Valencia”

Musolino: “Con i 7500 metri lineari di carico e la tecnologia green all’avanguardia che consente di avere zero emissioni in porto all’unità di Grimaldi, non si poteva avere notizia migliore per consolidare la ripresa già avviata dei traffici ro-ro”

Civitavecchia, 13 agosto - Sarà un Ferragosto di intenso lavoro per il porto di Civitavecchia. Domenica prossima, infatti, arriva per la prima volta nel Porto di Roma la “Euro Valencia” di Grimaldi Lines. La nave, che sarà probabilmente destinata alla banchina 28, sbarcherà 7500 metri lineari di rotabili.

Un segnale che dà ragione al Presidente dell’AdSP Pino Musolino che, fin dal suo arrivo, ha avviato una intensa attività di promozione dello scalo presso i maggiori armatori, per convincerli ad attivare o potenziare linee da e per Civitavecchia.

La “Euro Valencia” inoltre è un gioiello della tecnologia green.

“Con i 7500 metri lineari di carico e la tecnologia green all’avanguardia che consente di avere zero emissioni in porto all’unità di Grimaldi - dichiara Pino Musolino - non si poteva avere notizia migliore per consolidare la ripresa già avviata dei traffici ro-ro”.

La nave ibrida di ultima generazione del Gruppo Grimaldi per il trasporto di merci rotabili (auto, camion o macchinari pesanti) è sostenibile, ibrida, a basse emissioni, con un design innovativo e una capacità di carico che può arrivare a circa 500 trailer. Queste sono le caratteristiche più salienti della Eco Valencia, la nuova nave del Gruppo Grimaldi della classe Green Plus, la certificazione RINA di altissimo livello nel campo della sostenibilità rilasciata dal Registro Navale Italiano.

Con l’obiettivo di migliorare le prestazioni ambientali oltre i livelli minimi richiesti dalle normative internazionali, l’unità di Grimaldi adotta misure innovative. I motori, ad esempio, utilizzano combustibili fossili in navigazione ed energia elettrica durante la sosta in porto, garantendo “Zero Emission in Port”.

Durante la sosta in banchina, infatti, le richieste di energia per le attività di bordo sono soddisfatte con la sola energia elettrica immagazzinata da mega batterie al litio che si ricaricano durante la navigazione mediante shaft generators e 600 m2 di pannelli solari.  Queste navi GG5G dispongono anche di sistemi di purificazione dei gas di scarico per ridurre le emissioni di zolfo e particolato.

L’Eco Valencia misura 238 metri di lunghezza e 34 metri di larghezza, ha una stazza lorda di 67.311 tonnellate e una velocità di crociera di 20,8 nodi.

 
 
 

Altre notizie correlate